Il 13 ottobre indossa un cappello per le cure palliative pediatriche! #HATSON4CPC DAY

Stampa

Per il terzo anno Luce per la Vita aderisce alla campagna #HATSON4CPC. Di cosa si tratta?

La Rete Internazionale per le Cure Palliative Pediatriche (International Children’s Palliative Care Network - ICPCN) ha dichiarato di celebrare, nel mese di ottobre di ogni anno, la giornata  mondiale per la raccolta fondi e la sensibilizzazione sul lavoro degli hospice e dei servizi per  le cure palliative rivolte ai bambini in tutto il mondo.

 In questa giornata possiamo donare un piccolo contributo e/o indossare un cappello sul luogo di lavoro, o a scuola come segno di consapevolezza e di supporto alle cure palliative pediatriche. 

 

Vogliamo che il maggior numero possibile di persone si unisca alla campagna, perciò è importante il tuo aiuto per divulgare ad amici e colleghi l’iniziativa, invitandoli a indossare un cappello mentre vanno a scuola o al lavoro, e a fare una piccola (o grande) donazione. L’iniziativa ha infatti lo scopo di raccogliere fondi per le cure palliative pediatriche; ma ancora più importante è richiamare l’attenzione sui diritti dei bambini, gravemente sofferenti e con rischio di vita a causa di malattie inguaribili, a ricevere cure palliative.

 

Sul sito www.icpcn.org potete trovare maggiori informazioni, o fare una donazione.

Anche noi vi chiediamo di testimoniare la vostra partecipazione all’iniziativa indossando, il 13 ottobre, un cappello e inviandoci una foto (col cappello e la scritta LUCE PER LA VITA&HATSON4CPC) a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o postandola dal vostro account sulla nostra pagina Facebook:

https://www.facebook.com/luceperlavitaonlus

 per vedere le foto vai nella pagina FOTO PUBBLICATE

 

Chi lo desidera, può fare una donazione a Luce per la Vita ONLUS sul c/c presso BANCA POPOLARE ETICA.

CODICE IBAN: IT43 Q050 1801 0000 0000 0512550

E-VENTI DI VITA_CONCERTO 13 OTTOBRE

Stampa


venerdì 13 ottobre 2017 ore 20.30


CONCERTO dell'Orchestra dell'Accademia Orstain  

Conservatorio "Giuseppe Verdi" 

via Mazzini, 11 - Torino TO

VISITA LA PAGINA http://www.e-ventidivita.it/

 

 

L’Accademia ORSTÄIN (Orchestra Stabile Allievi Insegnanti) è un progetto della Fondazione BiblioPan di San Maurizio Canavese che coinvolge musicisti di vari livelli e diverse provenienze. L’intento è quello di creare uno ‘spazio’ in cui sia possibile praticare un’esperienza di formazione orchestrale altamente qualificata sia dal punto di vista artistico che umano. Gli studenti e i musicisti si ritrovano non solo per suonare, ma anche perché interessati a cooperare per un fine comune: costruire un po' per volta un’orchestra stabile e, attraverso essa, approfondire, riprendere o perfezionare la propria formazione musicale. L’attività dell’Accademia (iniziata nel 2015) si articola in periodi seminariali con una parte predominante in estate.

 

Il concerto e le musiche

 

Il filo conduttore del repertorio dell’Accademia ORSTÄIN si sviluppa a partire dall’idea che la musica è prima di tutto un momento di incontro tra le persone, una festa, uno scambio di esperienze e di condivisione di emozioni positive. Ogni brano in repertorio porta in sé i "germi di una storia" fatta di idee, confronti, motivazioni condivise, scelte musicali e intenti formativi. Tutto viene discusso ed elaborato attraverso vari passaggi che coinvolgono compositori, direttore e musicisti dell’orchestra. Il concerto è concepito in più parti, con momenti che alternano lavori di sezione ad altri in cui è impegnata tutta l’orchestra.

 

E-VENTI DI VITA

Stampa

 

Lungo il 2017, Luce per la Vita,  in occasione del ventennale di attività a favore delle persone malate e fragili, propone

 “E-venti di Vita”

 Si tratta di una serie di appuntamenti che da gennaio a dicembre offrono riflessioni e iniziative rivolte a tutta la popolazione.

 Nell’accompagnare le persone alla fine della vita si fa esperienza del dolore che si manifesta nel lasciare la vita per come la conosciamo, e si arriva a comprendere quanta sofferenza c’è nel morire lasciando sospesi, col rimpianto di non aver davvero vissuto, di aver sprecato i propri talenti, di non aver seguito le proprie intuizioni, di non aver amato abbastanza. Chi rimane, a sua volta cerca una strada per continuare a vivere; talvolta non vi riesce, talvolta, nonostante un trauma grave come la perdita improvvisa e tragica di un genitore nel pieno della forza degli anni, o di un figlio che si affaccia alla soglia della vita, trova nella stessa vulnerabilità, un senso nel vivere.

 Queste sono le ragioni che ci muovono nel proporre “E-venti di Vita”: per far conoscere le cure palliative e il diritto di essere curati, e per promuovere una cultura di attenzione alla pienezza della vita.

Attraverso espressioni artistiche (poesia, fotografia, musica e danza), incontri pubblici, interventi nelle scuole, si offriranno nel corso dell’anno varie occasioni di riflessione e partecipazione.

Si tratta di un invito a guardare con meno timore al limite del vivere umano, e attraverso questo sguardo trovare strade affinché la vita sia ricca di senso, buona e bella.

Gli “E-venti” si concluderanno a fine 2017.

http://www.e-ventidivita.it/

 

 

Luce per la Vita viene fondata nel luglio 1997, nel 1998 ha iniziato a fornire assistenza domiciliare, e il numero dei pazienti seguiti è aumentato di anno in anno: dai 3 pazienti del 1998 a oltre 550 nel 2016, a casa o nell’Hospice Anemos presso l’Ospedale San Luigi di Orbassano.
Nel 2002 è stato siglato l’accordo con l’AslTO3, in base al quale Luce per la vita collabora con il servizio di Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) dell’Asl, fornendo assistenza ai pazienti in fase avanzata di malattia che necessitano di cure palliative. L’accordo è stato rinnovato ogni anno, con un ampliamento della zona di competenza.
Dalla sua costituzione l’associazione si è impegnata nella formazione continua del proprio personale, indispensabile per fornire un servizio adeguato alle necessità dei pazienti e caratterizzato da elevati standard qualitativi.
L’attività istituzionale dell’Associazione è svolta attraverso il lavoro d’équipe di infermieri, medici, operatori socio sanitari, fisioterapisti, psicologi, assistente spirituale e volontari, orientati dal Consiglio Direttivo dell’Associazione del quale fanno parte operatori e volontari, volto a accrescere le competenze per la cura della persona e della sua famiglia.
Luce per la Vita fa parte di organizzazioni nazionali del settore, quali la Società italiana Cure Palliative, Federazione Cure Palliative e l’Osservatorio Italiano Cure Palliative; inoltre è sede del Consiglio Regionale della Società Italiana di Cure Palliative (SICP).
Dal 2004 si occupa inoltre di accompagnare il lutto dei familiari dopo la perdita.
Grazie alla collaborazione di un oncologo pediatra, il dott. Stefano Lijoi, dal 2005 offriamo consulenze pediatriche, attività inserita nella convenzione con l’Asl TO3.
Nel 2007, inoltre, Luce per la vita ha sottoscritto un accordo con l’ospedale Regina Margherita Oirm-S. Anna e con le ASL TO 1, 2 e 3 per le cure palliative domiciliari ai pazienti pediatrici inguaribili. (maggiori informazioni nella sezione "cure palliative pediatriche")
Dal 2011 Luce per la Vita gestisce l’Hospice Anemos all’interno dell’AOU San Luigi Gonzaga di Orbassano, 8 posti letto dedicati a erogare cure palliative continuative in forma residenziale.
Oggi Luce per la Vita, con oltre 100 soci e 9 dipendenti, può contare sulla collaborazione di 32 operatori sanitari e 40 volontari. 

Il 14 ottobre indossa un cappello per le cure palliative pediatriche! #HATSON4CPC DAY

Stampa

 

Anche quest'anno Luce per la Vita ha aderito alla campagna #HATSON4CPC. Di cosa si tratta?

La Rete Internazionale per le Cure Palliative Pediatriche (International Children’s Palliative Care Network - ICPCN) ha dichiarato di celebrare, nel mese di ottobre di ogni anno, la giornata  mondiale per la raccolta fondi e la sensibilizzazione sul lavoro degli hospice e dei servizi per  le cure palliative rivolte ai bambini in tutto il mondo.

 In questa giornata possiamo donare un piccolo contributo e/o indossare un cappello sul luogo di lavoro, o a scuola come segno di consapevolezza e di supporto alle cure palliative pediatriche. 

 

Vogliamo che il maggior numero possibile di persone si unisca alla campagna, perciò è importante il tuo aiuto per divulgare ad amici e colleghi l’iniziativa, invitandoli a indossare un cappello mentre vanno a scuola o al lavoro, e a fare una piccola (o grande) donazione. L’iniziativa ha infatti lo scopo di raccogliere fondi per le cure palliative pediatriche; ma ancora più importante è richiamare l’attenzione sui diritti dei bambini, gravemente sofferenti e con rischio di vita a causa di malattie inguaribili, a ricevere cure palliative.

 

Sul sito www.icpcn.org potete trovare maggiori informazioni, o fare una donazione.

Anche noi vi chiediamo di testimoniare la vostra partecipazione all’iniziativa indossando, il 14 ottobre, un cappello e inviandoci una foto (col cappello e la scritta LUCE PER LA VITA&HATSON4CPC) a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o postandola dal vostro account sulla nostra pagina Facebook:

https://www.facebook.com/luceperlavitaonlus

 per vedere le foto vai nella pagina FOTO PUBBLICATE

Luce per la Vita aderisce alla giornata organizzando anche il “Tè del Cappellaio matto”  e vi invita a condividere un momento conviviale con bevande, biscotti e...naturalmente, cappelli!

Il “Tè del Cappellaio Matto” si terrà venerdì 14 ottobre 2016, dalle ore 17:30 alle ore 19:30, presso la sede operativa di Luce per la Vita in Corso Torino, 6 a Rivoli.

 

Chi lo desidera, può fare una donazione Luce per la Vita ONLUS sul c/c presso BANCA POPOLARE ETICA.

CODICE IBAN: IT43 Q050 1801 0000 0000 0512550

XI giornata mondiale degli Hospice e delle cure palliative

Stampa

In occasione della XI giornata mondiale degli Hospice e delle cure palliative, sabato 10 ottobre, alle 20.30 Luce per la vita organizza un concerto pressol'Auditorium Mario Magnetto in via Avigliana ad Almese,
 

Enrico Euron – Anne Gaele Cuiff

Arpa celtica e voce

 “Musica dall’Isola di Smeraldo”

 

L’Isola di Smeraldo è, naturalmente l’Irlanda. Terra di antiche leggende, di un rapporto speciale con la vita e con la Natura, di una musica che da secoli influenza stili, generi, gusti. L’Irlanda, e la Scozia, altra grande protagonista del concerto, è la terra degli antichi bardi e di una tradizione musicale colma di una ricchezza unica: dalle gighe ai reel, dalle ballads alle slow air, l’intero spettro delle emozioni umane vibra nelle corde di uno strumento – l’arpa celtica – che dell’Irlanda è il simbolo stesso, tanto da comparire negli stemmi di birre famose e di compagnie aeree.

Un concerto che può diventare in ogni momento racconto, affabulazione, viaggio: la musica tradizionale irlandese, dalla Brian Borus' March del 1014 alle composizioni del Grande Bardo settecentesco Turlough O’Carolan, fino alle Fairy Songs (i Canti delle Fate) vibra nelle note e nei racconti di Enrico Euron all’unisono con il pubblico. La narrazione fa capolino dalla musica, e viceversa: l’aneddoto divertente ed il gusto del racconto legano musicista e spettatori in un'esperienza unica. Divertente, emozionante, piena di suggestioni.

 

La giornata mondiale delle Cure Palliative vuole offrire uno spunto di riflessione su quale sia il significato del termine ‘cure palliative’ (da ‘pallium’, il mantello: le cure che possono avvolgere, come un mantello); tutte le misure adottate in questo ambito di cura sono orientate alla qualità di vita delle persone affette da una grave patologia non più suscettibile di interventi attivi rivolti alla guarigione, ed al sostegno dei loro familiari. Come un mantello, le cure palliative si traducono nell’offerta di trattamenti considerati proporzionati dalla persona e dai curanti, di assistenza e cura, di accompagnamento globale e di attenzione al particolare di quella singola vita sino alla morte. L’impegno di tutti coloro che si occupano di cure palliative, è orientato al controllo dei sintomi così come al farsi carico degli aspetti sociali, psichici e spirituali del malato e dei suoi familiari, entrando con discrezione nelle case dove la vita viene vissuta e gustata fino alla fine o cercando di ricreare uno spazio simile alla propria casa in Hospice.
 
I fondi raccolti con la vendita dei biglietti per lo spettacolo sono devoluti all’associazione Luce per la Vita (www.luceperlavita.it) che fa parte della rete regionale per le cure palliative

Associazione Luce per la Vita Onlus, © 2012

CF 95553310012, p.iva : 09062860011, mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel 011 909 22 92, fax 011 9510925

Copyright 2011 Archivio Eventi e Spettacoli. All Rights Reserved.
Joomla 1.7 templates by hostgator coupon